mercoledì 10 gennaio 2018

....Attenti al lupo!


....E' uno di quei post che avrei fatto a meno di scrivere,l'indole e la ponderanza dei 55 anni,tenderebbe a immobilizzare le dita sulla tastiera,la testa direbbe " vai a fare due passi che è meglio ! ",ma questi episodi riescono quasi a ricoinvolgerti in situazioni in cui ti eri sopito e rabbonito e dove ora mai ci avevi messo una pietra sopra e comunque mi rendo conto, mai sopite,ancora pericolose e mai troppo banali. L'ennesimo episodio,figlio sicuramente dell'allucinante fallito disegno di legge fiano, ( sempre scritto volutamente minuscolo ) è roba recente,di un paio di giorni fa e riguarda Militoscana ,una manifestazione ultra decennale,nata a Empoli, nel contesto di una edizione annuale,la quale organizzava e proponeva una mostra/scambio di Militaria, intesa come cimeli,uniformi,decorazioni etc.etc.,cresciuta nel corso degli anni,con adesione da parte di appassionati, addetti ai lavori,hobbisti e professionisti del settore,provenienti da tutta Italia e anche in qualche caso dall'estero. Una manifestazione SEMPRE correlata da dibattiti,mostre fotografiche tra appassionati e storici di questo periodo, e degli eventi accaduti nella nostra area geografica,sempre cercando di coinvolgere persone di ogni estrazione sociale e politica. Ma purtroppo questo evento non ha mai avuto "Santi in Paradiso" e probabilmente non è mai piaciuto a "qualcuno" che politicamente conta in maniera dispotica in quest'area,sicuramente quel "qualcuno" è lo stesso che in questi giorni ha pensato bene di avvisrae,mettendo in guardia i colleghi di Firenze,del pericolo imminente che stavano correndo, nell'ospitare questa pericolosa manifestazione,campionario e ricettacolo di fascisti e guerrafondai. Che dire,c'è poco da dire,senza neppure troppe spiegazioni,alla faccia di già si era prenotato spazi espositivi per questo evento,alla faccia di chi ha prenotato alberghi,biglietti del treno e altro,alla faccia dell'organizzatore che già aveva speso tempo e denaro per pubblicizzare l'evento,lo Stato Maggiore dell'Esercito,titolare della location,a suo tempo contattato e e disponibile ad affittare la struttura, a poco più di una settimana dall'appuntamento prefissato,ha disdetto l'impegno preso con l'organizzatore,giustificandosi dicendo che non "ci sono le condizioni ideali per lo svolgimento di una simile manifestazione". W l'Italia !!!

PS Se non succede niente di nuovo,vi aspettiamo tutti nella medesima data,20/21 Gennaio,nella bella location "La Cattedrale" (ex area Breda ) di Pistoia per MILITOSCANA 2018.

sabato 23 dicembre 2017

Quasi classico,poco banale, post di Buon Natale...


... Come da regolamento,rieccomi per i classici auguri di Natale,come ogni anno due righe scritte ad amici e conoscenti,più che da regolamento direi da buona tradizione,senza comunque andare a vedere ne commentare, quello che quotidianamente succede nella "zona franca" o "terra di nessuno", dove pare ( per ora ) che tutto sia concesso e dovuto,e dove  ora più che mai, siamo alla stessa stregua e praticamente in linea con i  venditori di chincaglierie che in estate affollano le spiagge oppure nella realtà dei teli buttati sui marciapiedi nei centri cittadini,ovviamente senza titoli ne oneri.
Quindi lasciamo perdere tutto e con spirito Natalizio cerchiamo di tornare ad incalanarsi su quello che è la vera essenza di questo post,e cioè gli auguri di Natale,anche perchè, non potrei intrattenervi con altro argomento,politica zero,non leggo più quotidiani e ne tantomeno seguo telegiornali,come arci noto e già detto in altre occasioni,ho raggiunto la "pace dei sensi" qualche anno fa dopo "La svolta di Fiuggi",una specie di Trattato di Versailles,alla quale io, non ho personalmente mai aderito.
Anche calcisticamente parlando,negli ultimi tempi,non ho molto da dire ne da gioire, vivacchio alla giornata con la mia mesta Fiorentina,allenata quest'anno da un mesto allenatore,con pochi alti e pochi bassi,quasi da "encefalogramma piatto",quasi come se i cinici scarpai marchigiani, abbiano centrato il loro obbiettivo,quello di ammaestrare una tifoseria indomabile e una piazza turbolenta come quella fiorentina! In questa annata sopita,povera di sussulti,uniche gioie ci pervengono guardando in casa d'altri,per esempio e  molto casuale nella "gialla" Milano,quella del cinesino "misterioso",quello della miniera che non c'è,dei parenti in galera,rappresentato qua in Italia da due signori d'altri tempi,una sorta di coppia di personaggi di Collodiana memoria,ai quali,in tempi più recenti,anche in cantautore Bennato dedicò una canzone : Il gatto & la volpe. Dei due sicuramente il gatto potrebbe essere Marco Fassone,   (assomiglia molto al canadian sphinx) il nome stesso evoca un qualcosa che potrebbe accostarlo ad una razza,se non esistesse già la tipologia della mucca "fassona",avremmo potuto intitolare ad una specie di gatti questo simpatico appellativo. Comunque indipendentemente da questo,Marco sembra proprio avere aspetto e tipiche movenze della simpatica specie di felini casalinghi che allietano le nostre abitazioni dalla notte dei tempi,abile nel defilarsi dalle tribune degli e dalle telecamere dei giornalisti,quando le cose non vanno troppo bene.
La volpe è lui,non ci sono dubbi ne inganni,spetta di diritto a Mirabelli,l'uomo dei proclami estivi,quello che ha messo a disposizione della società e del cinesino, un palmares di esperienza e successi da far invidia al miglior Fergusson,e che in estate,dopo la telenovela Kalinic,disse a Nikolino " Se non fai i gol,ti rimandiamo a Firenze! " proprio lui.che sta rischiando di andare a fare il direttore generale a Pechino! Che bell'esempio di signorilità,che bell'esempio di professionalità,che bello spaccato di vita ! Abbiamo già nostalgia dell'antipaticissimo e viscido Amministratore Delegato Adriano Galliani !!!!
Come mio vizio e modo di fare,parto per fare una cosa e ne imbastisco altre dieci ! Torniamo agli auguri,che poi erano il succo di questo post,senza però prima aver specificato  anche che,nelfrattempo sono uscite le date ufficiali, parteciperemo con stand, alla 13^ Edizione di MILITOSCANA,nei giorni 20/21 Gennaio 2018,che si svolgerà nella nuova location,"Firenze Maraton Wellness",situata a Firenze in Viale Malta 10. Sicuramente ottima, intrigante,appropriata e con tanti margini di crescita, questa nuova soluzione offerta da Ranieri Benvenuti.
Detto questo e con parvenza di solennità e soprattutto senza a voler andare ad urtare la sensibilità dei piccoli abitanti della Polonia,faccio a tutti,amici & nemici,contenti & infelici,potenti & meno potenti,belli & brutti,stranieri & Italiani etc.etc. i miei migliori auguri di Buon Natale,con l'auspicio che l'anno 2018 che andiamo ad iniziare, sia per tutti più ricco di soddisfazioni e cose belle!
Auguri di nuovo,Alessandro

sabato 9 dicembre 2017

Il Circo più bello del mondo.


....E dopo quasi sei mesi di latitanza,rieccoci come di consuetudine in questi giorni di Dicembre,complice i giorni di festività,complice la cattiva stagione e un mese privo di impegni ufficiali,mi viene la voglia di dare una riaggiornatina a questo mio Blog,che quest'anno compie la bellezza di undici anni.
Dunque,ci siamo lasciati sei mesi fa,dopo Militalia,in pieno caos, con lo spettro che aleggia su di noi, per questa assurda proposta di legge tirata fuori dal cilindro di un ciarlatano in cerca di notorietà,mi fa specie anche soltanto pronunciare il suo nome,che va a rinvangare odi quasi mai purtroppo sopiti,su episodi sanguinosi,provocati e commessi da entrambe le fazioni,qua in Italia,durante l'ultima fase della Seconda Guerra Mondiale,allungando anche i tempi di una possibile pacificazione. Possibile che Benito Mussolini incuta ancora così tanto timore questa gente ? Quello che personalmente mi rende abbastanza tranquillo e fiducioso su questa assurda proposta di legge,tra l'altro approvata dal Parlamento,è proprio la sua palese e insopportabile anti costituzionalità,inammissibile e inaccettabile in un paese in regime di democrazia come il nostro.
Nel nostro piccolo,realtà RBNr,abbiamo cercato di capire se c'era la possibilità di intervenire,di far fronte comune,di istituire un qualcosa che ci potesse unire e rappresentare in questa e altre occasioni,e mi riferisco a tutte le componenti che orbitano nel settore della Militaria,collezionisti in primis,organizzatori di Fiere,commercianti etc.etc. A tale cosa,verso la fine di Settembre,la Carla di "Militaria alla Torre",unica rappresentante ( ahimè...) della componente Organizzatori di Fiere, ci ha messo a disposizione una delle strutture del Museo della Libertà per una prima riunione "esplorativa" per parlare,confrontarsi in merito a questa impellente problematica,risultato pochissimi addetti ai lavori presenti,in questa occasione che ne imponeva una rappresentanza più massiccia e anche qualificata. Comunque dopo 10 minuti,mi sono subito reso conto, sono bastati i primi interventi,per capire che anche per l'ennesima volta, era stata persa l'occasione per costruire qualcosa di buono e seria per il nostro settore,soprattutto in questo frangente,messi "sotto attacco" anche da una parte della stampa. Alla fine il viaggio verso Bologna,ne era solo valsa la pena per i tortellini del "Biacchese",in sostanza un sabato pomeriggio buttato alle ortiche. Staremo a vedere,staremo agli eventi,proprio in questi, giorni questo cazzo di proposta di legge,staziona nella zona del Senato in attesa di approvazione o disapprovazione,speriamoin bene,noi CHE LO POSSIAMO FARE, abbiamo già pronto un piano B.
Facciamo un passo indietro e ripartiamo da Settembre. Come sempre e in crescita l'edizione settembrina di "Militaria alla Torre",sarei in difficoltà nel definire quale è  la migliore delle due edizioni tra questa e quella di Aprile.
Si è assestata velocemente anche la Militariaborse di Grossmering in Germania,giunta alla seconda edizione,questa fiera che sostituisce la storica Reichersthofen ,come tipologia di location è nettamente migliore,non altro per la luminosità,fattore inesistente nella obsoleta Paarhalle di Reichersthofen.
I primi di Ottobre,mentre il socio ci rappresentava a Ferrara Militaria,sono andato a vedere come gira il mondo in America,e in buona compagnia, sono stato quasi una settimana a Monroeville,vicino Pittsburg ( Pennsylvania) in occasione del "Max Show", le impressioni con cui sono tornato a casa,sono più o meno le stesse con cui sono partito : "Non è tutto oro quello che luccica".
Senza dubbio "buona nuova" è "Roma Militaria",ce l'abbiamo fatta ! Questa di Ottobre 2017 è stata l'ultima manifestazione Capitolina con un giorno di apertura al pubblico,dalla prossima edizione di Aprile 2018,la manifestazione sarà aperta al pubblico,Sabato 7 e Domenica 8 Aprile,per info www.militaria-roma.it . A questo punto,non ci sono più scuse, tocca veramente a tutte le componenti darsi da fare perchè questa romana,torni a essere una delle più belle, interessanti e importanti manifestazioni del nostro settore che si svolgono in Italia.
Militalia /Novembre 2017,egoisticamente parlando,dovrei essere contento, tutto ok,ancora si lavora,ma è evidente che si lavora su una "piattaforma" un po traballante,in questa edizione c'è stata la novità del parcheggio,che ha creato non pochi mugugni tra addetti ai lavori e visitatori. 
Una cosa positiva ci sarebbe potuta essere stata,uso il condizionale perchè,il famoso Francese che sono anni e anni che ruba merce sui i banchi di Novegro,lo scorso Maggio fummo noi le vittime,questa volta era stato pizzicato in fragrante,già chiuso nella stanza della sicurezza,mentre tutti attendevano l'arrivo dei Carabinieri,praticamente reo confesso,si è "comprato" la libertà acquistando il corpo del reato che nel frattempo aveva già venduto ! Successivamente mi ha colpito l'amarezza del collega che ha individuato e smascherato il ladro,il quale visto l'epilogo della vicenda,mi ha confessato : "Tornassi indietro ,me ne sbatterei i coglioni,avrei fatto finta di niente e mi sarei girato dall'altra parte...." Come dargli torto ? Un episodio,un precedente che ti amareggia e che ti lascia molto da pensare...
« Quant'è bella giovinezza, Che si fugge tuttavia! Chi vuol esser lieto, sia: di doman non c'è certezza » (Lorenzo de' Medici, Canti carnascialeschi, Canzona di Bacco).
Bella,interessante e apprezzata,è stata la Mostra nell'area tematica,che per questa 62^ edizione,è stata dedicata alla "Guerra Fredda" dall'immediato dopo guerra alla caduta del Muro di Berlino.
Ridendo e scherzando abbiamo concluso la stagione delle fiere con l'edizione invernale di Militaria alla Torre a Bologna,come sempre una buona manifestazione con buona partecipazione,ridotta si, ma non più di tanto,rispetto alle edizioni di Settembre e Aprile.
Il "fratellino" di RBNr sta crescendo,da segnalare l'apertura del Temporary Shop di The Quartermaster nel centro di Firenze in Via San Gallo 95R, www.thequartermaster.it con bella selezione di vintage militare.
Presto,penso che ci sarà da prendere in esame quello che sta succedendo su FB,perchè qua ora mai siamo a livello di circo,pagliacci,buffoni e ciarlatani mangiafuoco in quantità industriale,tutti messi in un calderone di mondo virtuale,dove tutti sono portatori della verità certa,dove non si distingue più tra il reale e il surreale,tutto questo senza presunte e dovute scale di valori o gerarchie.
Di questo "fenomeno" che ha contagiato anche la militaria,ne parlavamo nell'ultima Bologna con un paio di amici,i quali mi hanno consigliato di chiudere la mia "adorata" Savana e far svolgere il tutto dentro ad un tendone di un circo,sempre più consono e adatto all'ambientazione,visto che in questo nostro mondo,mi riferisco sempre con piacere all'ormai famosa elucubrazione di Antonino Rasà, "Questo fantastico mondo della Militaria", è palese il dilagante proliferare di fenomeni da baraccone. Prenderò in esame questo possibile ed interessante scenario, ma ora,un breve passaggio a vedere cosa succede nella Savana è quasi d'obbligo.....
Mentre su New York calano le prime ombre della sera,nella Savana procedono spediti i preparativi per gli addobbi Natalizi,allestito anche in baobab della cuccagna,con appesi elmetti e cotillon,a disposizione per la modica cifra di pochi centesimi a spot.
Complessivamente tutto tranquillo,unico episodio,mi raccontava il Burgmeister di turno, che alle due scimmiette petulanti,Stevan & Bagonghi,ultime new entry,è stato fatto il foglio di via,rompevano troppo i coglioni agli altri frequentatori della Savana e sono stati allontanati e reinseriti in quel mondo virtuale a loro tanto congeniale. Gli gnu invecchiano ( e imbiancano ) e le continue migrazioni un pò stanno calando,uno di loro.un po ribelle è stato cacciato dal branco in malo modo,riducendo lo stesso a 4/5 unità intercambiabili. Un po appesantito ma apparentemente in forma il cane bastonato,meno pessimista del solito e che parla di un futuro migliore,mentre molto sfuggente e defilata, è ultimamente la volpe bianca. Splendido il cornacchio Gennarino,nella sua tipica nero lucida livrea,che volteggia dalle Alpi agli Appennini,dal Monte Bianco alle pendici del Vesuvio,sempre ospite gradito di Amelia,spesso in compagnia di noti vampiri dell'ambiente. Ultimamente si è rivisto anche il famigerato Diavolo della Tasmania,che dopo il tanto agognato "ritorno alle origini", ( secondo me se ne è già pentito ) ora non si intende più nemmeno a ragionare ! Gli voglio ricordare un modo di dire,che si usa qua in Toscana,dalle mie parti : " Dal lesso alla bistecca,si fa alla svelta ad adattarsi,gliè dalla bistecca al lesso che non ci si adatta più !!! " Ricordatelo bene amico mio...
Molto bene il Talpone del Brenta,tirato a lucido,con degustazione di grappe e cioccolatini,sempre prevenuto & spregioso,petulante & dispettoso,mai al suo posto,ma è così che lo conosciamo e che lo vogliamo,potrebbe sicuramente dare di più ! Vispo e presente il pesciolino Nemo,attrezzato per il gelido inverno da passare assieme agli squali, nel torrentello oramai semi ghiacciato, che attraversa per lungo la Savana. Sull'altopiano vigila sereno e svampito Barbesio il Licaone vanesio,infastidito dal grufolare dell'ultimo esemplare di facocerù Marchigianù,un simpatico incrocio,patrimonio dell'Unescù, tra una foca monaca e un cinghiale degli Appennini,che intrattiene e allieta il pubblico pagante. Sporadico e solo presente in qualche "frittino" Versiliano tra amici, il Tasso Torquato,apparentemente disincantato e disintossicato,sempre una presenza gradevole e di spessore !
Ma in mezzo a questo caos,mentre le feste Natalizie avanzano inesorabilmente,lui non fa una piega,anzi a volte fa anche le fusa,il Gattaccio della Bassa,onnipresente.
Prima di chiudere con le news dalla Savana,un caloroso saluto agli abitanti della piccola polonia,e gli ricordo che loro sono sempre nei miei pensieri e che non mi sono dimenticato e non mi dimenticherò mai di loro !
Per gli auguri di Natale mi rifaccio vivo tra qualche giorno....
Alessandro

domenica 25 giugno 2017

A.R. "Questo fantastico mondo della Militaria"


...Ne è passato di tempo dall'ultimo post su questo blog! L'ultimo post,fu un triste post,qualche riga per commemorare un caro amico che se ne era andato troppo presto,troppo all'improvviso. A Milano poi sono venuto a sapere che era mancato anche il socio di Santin,una persona seria e squisita con la quale scambiavo in continuazione battute,anche in occasione delle tante volte che ci incrociavamo in qualche mercato in Germania.
Nel mese di Marzo,abbiamo partecipato a "Veneto in Grigioverde" a Santa Lucia di Piave,una bella fiera,bene organizzata in una bella area e bella location che però,gli manca "un non so chè" per spiccare definitivamente il volo ed affermarsi. Subito dopo,il fine settimana dopo ecco "Piacenza Militaria" con data rivisitata,sarà una fiera che secondo me ha le carte giuste per rilanciarsi,in contemporanea e super trainante,una delle più belle e visitate kermesse della rievocazione Storica,a livello Europeo.
In Aprile la conferma della lanciatissima "Militaria alla Torre" di San Lazzaro,in continuo aumento di espositori e visitatori,mentre continuo ad essere pessimista,anzi direi rassegnato,per quello che riguarda "Militaria Roma",non voglio stare a ripetermi,forse non ci sono state le giuste condizioni,sicuramente sono cambiati i tempi,secondo me comunque si poteva e si doveva far meglio,questa è una "piazza" con un incredibile bacino di utenza,che sicuramente merita di più.
Di "Militalia" preferisco non parlare, "A buon intenditor poche parole...",credo sia sotto gli occhi di tutti. Anche di Aprilia sono un pò deluso,invece di cercare di crescere,si fa alla rovescia,comincio veramente a ricordare con nostalgia i tempi di Piana delle Orme,che amavo definire il "Baluardo" per la Militaria del centro-sud Italia. Per il resto,ricominceremo con Bologna a Settembre,e comunque sulla home page del sito,sempre aggiornata,la lista delle fiere a cui prenderemo perte in questa seconda parte di 2017.
Detto questo,non è che ci siamo fermati,anzi tutt'altro,la settimana scorsa,in occasione di Pitti Uomo a Firenze,"The Quartermaster" il "fratellino minore" di RBNr,in collaborazione con "Ceri Vintage",ha allestito un interessante show room in Via dei Serragli, in pieno centro di Firenze.
Per la prossima settimana saremo a spasso in Germania per uno dei consueti giretti di approvvigionamento,sarà anche l'occasione per parlare con qualche collega stimato,su questa proposta di legge portata al Bundesrat,il senato Tedesco,inerente ai cimeli del III°Reich,detenzione e commercio. Serio problema emerso dopo lo scandalo venuto fuori in Marzo www.dw.com/en/nazi-memorabilia-found-in-german-army-barracks.
Per passare a cose più frivole,qualche news,qualche aggiornamento sulla Savana,anche perchè sono tante e pressanti le richieste da parte dei fans dei vari personaggi,scontenti della mia latitanza in questo Blog,del resto in questi giorni ricorre il decennale dell'apparizione in rete di questo Blog al quale è dedicato il "pensiero" di apertura di questo post... Eh si caro Blog,in questi 10 anni,di pagliacci ne abbiamo visti passare,moltissimi spariti senza lasciare traccia!
Dunque,la Savana,climaticamente rispecchia la siccità che ha colpito il nostro continente,il torrentello che confluisce nello stagno è ai limiti di guardia. Proprio di recente ho visto il Tasso Torquato,in forma come non mai,tirato a lucido e molto "disintossicato", restauratore e costruttore su uno dei versanti del fiumicello. Lo gnu,continua nelle sue interminabili migrazioni a caccia di fieno da mettere in cascina in previsione di "vacche magre",mentre Jena Plinsky si domanda sul daffare.          Da segnalare l'ingresso in Savana di due "troppo" simpatiche scimmiette petulanti,Stevan & Bagonghi,ora d'accordo con il Burgmeister,il Talpone del Brenta,vedremo di trovare loro una collocazione adeguata,magari al secondo piano del baobab,senza ovviamente ad andare a danneggiare la base di lancio di Gennarino. Non si hanno notizie del Diavolo della Tasmania,che pare molto indaffarato a preparare il trasloco per il ritorno nelle lande natie "dove non picchia mai il sole"...
Il pesciolino Nemo boccheggia dal caldo,il pastore Tedesco vorrebbe abbaiare ai ladri ma non gli riesce e tutto fila liscio nella Savana.... Ah,dimenticavo! Il gatto della Bassa è "acciambellato" e fa sempre le fusa! Andiamo al mare che è meglio!
Ciao,ciao Alessandro.

giovedì 9 marzo 2017

Ciao Biondo....


         


....."Caro Targetti,a sessant'anni smetto con questa roba." Erano anni che ogni volta che ci vedevamo mi ripetevi questa frase,e non scherzavi,sempre serio,deciso e convinto di quello che dicevi,e ne ero convinto anch'io che avresti fatto quello che affermavi,ti conoscevo troppo bene,di acqua sotto i ponti del Bisenzio ne è passata da quella sera che ci incontrammo per un paio di pantaloni 44,eravamo nella soffitta della casa dei tuoi genitori,era il 1989,sono passati 28 anni,nonostante tutti questi anni,mi pare ieri.
"Caro Targetti,a sessant'anni smetto con questa roba" me lo dicesti anche la scorsa settimana,in uno di quei giovedì in cui ci si vedeva,come di consueto, da una vita,fatalità si parlava di Alessandro Raspagni che ci aveva lasciato prematuramente e all'improvviso,la cosa ti aveva molto toccato,mi avevi raccontato che eri molto amico di Alessandro.
So in partenza che questa cosa che sto scrivendo non ti piacerà,il tuo stile di vita non contemplava queste cose,ma credimi,è appena un'ora che ho appreso la triste e brutta notizia e non faccio che piangere. Non so come ti vorrei ricordare,forse mi è più congeniale ricordarti nella tua fase di uomo maturo,quella dei capelli corti per intendersi,anche se devo ammetterlo che eri un personaggio anche con i capelli lunghi e con lo Squalo.
"Caro Targetti,a sessant'anni smetto con questa roba" Eh si questa roba,non ne voglio parlare tanto di questa roba,che tanto ci accomunava,quanta ne hai vista,quanta ne abbiamo vista,era sempre un piacere vederti e parlare con te di questa roba,quante cose ho imparato da te su questa roba e non solo di cenci militari,anche di molte altre cose della vita,sei stato sempre buon maestro e consigliere.
"Caro Targetti,a sessant'anni smetto con questa roba" Eh no,Caro Ercoli,qualcuno ha deciso diversamente,non so come questo qualcuno prenda le sue decisioni,ma a volte mi lascia molto perlesso.... Oggi dopo che ho cercato di contattarti senza successo per tre volte,ho capito che c'era qualcosa che non andava. Non so a questo punto dove sarai,ma sappi bene che la tua memoria vivrà per sempre in me.
Ciao Gianluca,mi mancherai.
PS "Ricordati sempre, che quando paghi la spesa alla cassa di un supermercato,la cassiera non ti chiederà mai se i soldi vengono da una giacca SS o da un paio di ghette Americane..."

domenica 20 novembre 2016

Da Bologna a ....Bologna ! 26/27 Novembre 2016


Sono passati oramai più di due mesi abbondanti dall'ultimo post su questo mio blog e mi sembra dovuto un resocontino veloce, un riassuntino degli ultimi eventi riportati in personalissime impressioni. Insomma, su quello che il mio amico Antonino Rasà amava definire, "Il fantastico mondo della Militaria", titolo del mio storico libro che ho in cantiere da anni, la cui uscita nelle migliori librerie è prevista il giorno dopo il mio ufficiale pensionamento.

Dopo Bologna dunque abbiamo esposto a Reichersthofen. Era l'ultima puntata in questa storica location, quella della Paarhalle del paese, che è già in fase di demolizione. Una manifestazione ultra ventennale che cambierà sede già dalla prossima edizione del 24/25 Marzo 2017 e che si terrà a Grossmehring, distante comunque solo 10 chilometri in direzione Ingolstadt. Verso fine fiera, quando il patron Klaus ha fatto un suo ultimo discorso ringraziando il paese per l'ospitalità data alla manifestazione in questi ultimi 20 anni, si è levato da parte degli espositori, anche con una punta di commozione, un sincero e caloroso applauso nei confronti di Herr Klaus detto anche "Simpatia".

Dopo La Germania siamo tornati nella Capitale per la seconda edizione di "Militaria Roma" nei locali dell'Ergife. L'operazione rilancio prosegue bene e, secondo il mio personalissimo parere, ci sarebbero ancora un paio di cose da aggiustare come il ripristino del secondo giorno dato che questa è una piazza che "vuole" anche la Domenica. E' proprio su questo punto che gli organizzatori dovranno lavorare e migliorarsi. Fondamentale per il futuro potrebbe già essere l'edizione di "Militaria Roma" del 22 Aprile 2017.

Già che mi sono proiettato nel 2017, preannuncio che saremo di nuovo presenti con stand all'edizione di "FERRARA MILITARIA" del 11/12 Febbraio 2017.

Riguardo a "Militalia" di Novegro non mi va di ripetermi. Ho una mia idea che ho già manifestato più volte. Sono affezionato a questa manifestazione e mi dispiace essere pessimista per il futuro. Del resto penso che l'inerzia dei fasti passati non sia sufficiente a trainare la kermesse. Ottima come sempre la manifestazione collaterale ubicata nell'area tematica,con contorno della chiassosa "Fanfara dei Bersaglieri". Ottima e a questo punto indispensabile anche la decisione da parte dell'organizzazione di tenere defilati simboli e bandiere borderline, questo prima di ritrovarsi, come succede in alcuni paesi europei, a dover coprire svastiche anche su distintivi.

Ridendo e scherzando siamo arrivati esattamente ad una settimana da Bologna, che precede di una settimana "Shingle 44" di Aprilia, altra simpatica manifestazione a cui non mancheremo.

Due parole sul sito. So che ci sono lavori in corso: i nostri tecnici e il socio ci stanno lavorando sopra, non per sconvolgerlo ma sicuramente per migliorarlo ulteriormente, non tanto nella parte grafica ma sopratutto nella parte tecnica. Io non ci capisco una mazza,ma sono sono fiducioso.

Già che ci siamo e a grande richiesta, qualche news sulla savana, un po' trascurata negli ultimi mesi. A dire il vero non ci sono grandi novità. Inevitabilmente la "Grande crisi" si è fatta sentire anche in questa landa incontaminata dell'Africa sud equatoriale, provocando anomalie, scompensi e nervosismo. Inattaccabile da tutto questo è sicuramente il Talpone del Brenta, in forma e tirato a lucido come non mai, in questa estate fuori da tutti gli schemi, che si è concessa un prolungamento di un paio di mesi, concedendo tempo alla gazzella per approvvigionarsi di fieno in abbondanza.

Stranissima invece la storia del Diavolo della Tasmania, che dopo essere stato civilizzato nella più bella striscia di territorio della Savana ha deciso di far ritorno nelle paludi nebbiose del basso nord-est. Crisi d'identità? Ritorno alle origini? Boh...

Mentre la mitica e anziana Volpe Bianca sembra attraversare una profonda crisi esistenziale, si sta invece rimettendo in forma il Facocero Marchigianu. A detta sua, avrebbe trovato la nutrizionista giusta. Quella precedente, probabilmente titolare di una nota rosticceria tipica, sembrava che avesse preso alla parola il proprio titolo nutrendo allo sfinimento il malcapitato animale. Da segnalare una new-entry, direttamente dalle risaie dell'Oltrepò Pavese, il Dendroaspis polylepis, più noto come Mamba Nero, un serpentello velenoso e insidioso come pochi che va a nobilitare la già ricca fauna della nostra Savana. Ci teneva il piccolo serpente a far parte di questa bislacca community ed eccolo accontentato.

E in questo quadretto idilliaco, in questo spaccato di paradiso terrestre, il pesciolino Nemo sguazza felice nelle acque del torrentello. Gennarino la cornacchia del Vesuvio, fido collaboratore di Amelia la strega che ammalia, svolazza sui rami dei baobab mentre il Gatto della Bassa fa sempre le fusa.

Ciao a tutti, ci si vede a Bologna!
Alessandro

giovedì 8 settembre 2016

MILITARIA ALLA TORRE - Settembre 2016


Questo è il primissimo banco di Militaria allestito in Italia nell'immediato dopo guerra: una vera chicca. Eravamo nel 1947 e Guareschi, famoso per Don Camillo & Peppone, scrisse il libro "Italia provvisoria" e questo era il disegno della copertina. No fantastico, di più !

Questo è il mio pensiero, il mio piccolo (allo stesso tempo grande) omaggio che faccio alla prossima edizione autunnale di "Militaria alla Torre" che si terrà a San Lazzaro di Savena il prossimo fine settimana. L'edizione più bella e la più attesa da tutti quelli che orbitano attorno al "Pianeta Militaria" in Italia. Rivedi un po' tutti, le solite facce che frequenti oramai da più di vent'anni, già in pole-position dalla nottata del Giovedì (tutte le volte ti domandi come diavolo avranno fatto ad entrare prima di te...) già intenti ad aiutare a scaricare i furgoni dei dealers, per avere accesso prima di tutti alle news. Sicuramente appena messo piede nella struttura, Venerdì mattina, guarderò davanti a me con la speranza di poter rivedere Renè e il suo tipico banco/accampamento. Mi manca il ragazzone crucco di Dusseldorf, sempre sorridente e festoso. Non dovrebbe mancargli tanto a "saldare in debito" che ha con la giustizia del suo paese. Quel giorno che me lo rivedrò in carne e ossa, metà del 2017, sarà sicuramente una grande festa! Eh si, a Bologna rivedi proprio tutti: vedi anche i nuovi "fenomeni", esperti creati in quattro e quattr'otto da FB. In una settimana all-inclusive di "mi piace", di faccine varie di assenso e due leccate di culo, si "sforna" l'esperto di turno, praticamente come uso dire, "si passa da non distinguere un'ambulanza da un carro armato" ad avere in collezione tre croci di Cavaliere, ovviamente con fronde, spade e brillanti. Comunque i "neonati", prendendo in prestito una terminologia cara ad Edward di "Twilight", li distingui bene, si muovono come i pesci pilota intorno allo squalo di turno, rigorosamente dietro in fila indiana in rispettoso silenzio nei confronti del predatore, sguardo perso nel vuoto, bocca spalancata e zainetto d'ordinanza Invicta sulle spalle. In genere lo squalo di turno, della specie super saccente, nel proprio curriculum vitae vanta qualche anno di militanza in uno delle decine di forum creati magistralmente a proprio uso e consumo, di cui era infestato il web sino ad un po' di tempo fa. In quei tempi, il modo migliore per "accreditarsi" post, che facevano numero e di conseguenza esperienza, era quello di accodarsi al commento fatto dal presunto esperto di turno. Spesso qualcuno riusciva a far figurare centinaia di interventi praticamente di "nulla"! Ormai quasi soppiantati dai moltissimi "gruppi chiusi" su Facebook, delle sorte di acquari dove come dissi già a suo tempo, il dolce ed innocuo pesciolino Nemo, nuota accanto ai ferocissimi megalodonti di Jurassic Park.

Già accennato qualche anno fa, ma poi mai approfondito, il mio "primo" esordio a San Lazzaro da Ansaloni come venditore di militaria.

Correva l'anno 1992, mi pare un Venerdì pomeriggio di Aprile, e il mio caro amico Silvano Nutini, pietra miliare della militaria in Italia mi chiese se ero disposto per quel fine settimana ad andare ad aiutarlo a San Lazzaro di Savena dal suo amico Edo Ansaloni, con il quale condivideva da sempre la passione per i veicoli militari, Aveva prenotato un banco, dato aveva da "smaltire" un buon quantitativo di materiale anni 60/70 della Marina Italiana: uniformi di tutte le specie, equipaggiamenti operativi e ginnici, copricapi ed elmetti, borsoni e tantissime altre cose che aveva ricevuto come ricompensa da uno "stracciaiolo" di Prato. Lo aveva aiutato in un lavoro di sgombero presso dei magazzini di vestiario dell'Arsenale Militare di La Spezia. Erano ancora gli anni buoni degli stracci a Prato, anche se già si era agli sgoccioli. Fu proprio lui, nel 1989, ad "iniziarmi" in modalità "senza ritorno" nel collezionismo della Militaria, lui collezionista di mezzi militari fin dal 1946. Mi invitò a seguirlo a Roma in occasione della terza edizione "Militaria in Europa", mostra organizzata dalla "Rivista Militare". In quella occasione esposi la mia "piccola" collezione di elmetti della Luftschutz, una decina di pezzi e, udite udite, feci la comparsa, con tanto di uniforme e bicicletta, vestito da bersagliere della 1^ Guerra Mondiale.

Tornando a quel Sabato mattina a San Lazzaro, alla buon'ora ci piazzammo fuori dalla famosa corte con un banchetto fatto da due paia di caprette e dei tavoloni. In quegli anni il mercatino si svolgeva dentro quella location. Credo che la "mitica" struttura attuale ancora non esistesse o addirittura che ci fosse una struttura più fatiscente ed inagibile all'uso mercato. Dovrei chiedere alla Carla. Furono comunque per me due giornate memorabili ed indimenticabili. Grazie a ottimi prezzi, il buon Silvano fece fuori quasi tutta la sua mercanzia che aveva esposto. Ricordo ancora i gentili apprezzamenti e prezzi particolarmente scontati per tutte le belle spose e ragazze che si avvicinavano al nostro banco. Nel frattempo invece io mi innamorai perdutamente di un M.35 biscudo della Heer, che tornò a Prato con me per la modica cifra di 450.000 Lirette, spese da quel Philippe il belga, uno dei dinosauri della militaria internazionale, che ancora oggi ci onora sempre della sua presenza in occasione di "Militalia" a Milano.

Detto questo, si è fatta quasi l'ora di caricare il furgone. Questo Settembre sarà un mese ricco di impegni e di km. Non siamo certo di quelli "che stanno sull'albero a cantare ".

Ci vediamo a Bologna!!!!

Alessandro
PS il tempo è sempre galantuomo.